Sulle tracce di Zorba e Fortunata

Sarà che alla Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare collego alcuni bellissimi ricordi d’infanzia (mia madre mi portò al cinema, solo io e lei, a vedere il cartone animato di Enzo D’Alò), ma per me Amburgo ha sempre avuto un’aura magica. Così, ci sono andata per due settimane la prima volta nel 2010, e proprio lì ho comprato una copia in tedesco del libro di Sepúlveda. Ci sono tornata per due giorni la scorsa settimana insieme a mio figlio: dopo aver letto insieme il libro e guardato insieme il cartone animato, è arrivata una domanda inaspettata, che mi ha riempita di orgoglio: “Mamma, ma Amburgo non è lontana da qui: perché non andiamo a vedere dal vivo i posti di Zorba e Fortunata?”.

(altro…)

Recensioni d’autore – ELEANOR OLIPHANT STA BENISSIMO di Gail Honeyman

Laura Mercuri, psicoterapeuta e scrittrice, sogna di trasferirsi in un bel cottage in Inghilterra ma nel frattempo vive vicino a Roma col figlio e il marito. I suoi romanzi Ogni tuo silenzio (2016, De Agostini) e Il solo modo per coprirsi di foglie (2016, De Agostini) sono stati anche tradotti all’estero. Per Marginalia ha letto e recensito Eleanor Oliphant sta benissimo di Gail Honeyman.

(altro…)

Sie breve e arguto – Cees Nooteboom

Ho scoperto Cees Nooteboom solamente qualche mese fa, venendo per puro caso a conoscenza della sua passione per Eugenio Montale, ed è stato colpo di fulmine.

Gran parte della sua produzione è stata tradotta in Italia da Iperborea, che dal 2000 ad oggi ha pubblicato in media un libro di Nooteboom ogni due anni: gli ultimi sono stati Le volpi vengono di notte, Tumbas. Tombe di poeti e pensatori e, nel 2017, Cerchi infiniti. Viaggi in Giappone (che non ho letto ma leggerò di certo, almeno i primi due). Nel 2016, inoltre, Einaudi ha accolto nella sua serie bianca la silloge Luce ovunque (2012-1964).

Insomma, l’autore olandese sembra godere da tempo di un certo riconoscimento anche in Italia – a differenza del suo connazionale, altrettanto bravo, Harry Mulisch, di cui ho parlato qui.

(altro…)

Il baule della fantasia – Il fiore della gentilezza

Per chi vive in Italia scuole e asili sono ormai un lontano ricordo, ma qui in Germania sono appena iniziate le vacanze estive e quindi vi ragguaglio sulla mia ultima lettura Nati per Leggere di giugno e luglio.

Il tema, questa volta, è niente meno che la gentilezza. Mi sono resa conto che i bambini in età prescolare, a lezione di italiano (ma anche probabilmente a casa), usano appena “per favore” e “grazie” e quindi ho tirato fuori dalla libreria Per favore Signor Panda di Steve Antony (Zoolibri) e Apri la gabbia! di Silvia Borando e Lorenzo Clerici (minibombo).

(altro…)

Lista 30 x 30 – Tanti auguri a me!

Sì, oggi sono 30.

Quest’ultimo anno è stato molto difficile (e ancora lo è), pensavo avrebbe segnato la mia rinascita e invece sono ancora qui ad aspettare di vedere la luce fuori dal tunnel. In più, sono stata sommersa dallo studio e dal lavoro. Senza contare mio figlio, che ha bisogno di me più che mai.

Ergo, ho trascurato il blog e tutto ciò che gli ruota attorno, la mia lista 30 x 30 è andata a rilento e non ho organizzato nessuna festa per il mio trentesimo compleanno (però ho imparato a preparare la panna cotta, come da punto 26). Va bene così, va bene lo stesso.

Ho deciso che la mia lista 30 x 30 mi accompagnerà anche durante il mio trentesimo anno, che sarà sì quello della rinascita. Mi sembra, semplicemente, troppo bella per lasciarla a metà. Ho deciso di darmi tempo in tutti i sensi: rallenterò.

Vi ringrazio di cuore per l’affetto dimostratomi oggi.