Il baule della fantasia: UNA SCATOLA GIALLA di Pieter Gaudesaboos

Oggi in Germania è il Vorlesetag, “il giorno in cui si legge agli altri”. In tedesco, infatti, c’è una sostanziale differenza tra lesen, leggere, e vorlesen, leggere ad alta voce per qualcuno. Io oggi sono andata a vorlesen nella scuola elementare di mio figlio, in qualità di mamma e di referente di Nati per Leggere, portando con me un libro in italiano di un bravissimo autore fiammingo, Pieter Gaudesaboos: Una scatola gialla.

(altro…)

E lucevan le stelle

La vita è fatta così, si chiude un cerchio e se ne apre un altro.
Inizia una grande avventura: E lucevan le stelle c’è.
Lo trovate sul sito di Miraggi Edizioni e, a breve, in libreria.

Il destino di Ulrike, fin oltre l’evento della morte, è una magnifica rappresentazione narrativa dell’amore per una terra e della libertà: la libertà di scegliere il nostro destino affrancandoci dai progetti che la Storia con la “S” maiuscola aveva fatto su di noi.

(dalla Postfazione di Marco Montemarano)

***

La storia tedesca del Novecento e le tradizioni di una piccola isola del Sud Italia si intrecciano con le vicende personali di una donna apparentemente come tante. Ulrike è morta, ma la sua anima è intatta: decide di impiegare il tempo in cui verrà accompagnata nel luogo della dispersione delle ceneri ripercorrendo la sua vita e quella di quattro generazioni della sua famiglia. Nell’alternarsi di passato e presente, la protagonista si confronta con il dolore che fortifica e con quello che distrugge, riflette su ciò che è stato e ciò che non sarà più, indaga sul senso della vita, dell’amore, dell’arte. Fino al momento di sprofondare nel mare cristallino da lei tanto amato.

***

Non mi resta che augurarvi buona lettura.

Sulle tracce di Zorba e Fortunata

Sarà che alla Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare collego alcuni bellissimi ricordi d’infanzia (mia madre mi portò al cinema, solo io e lei, a vedere il cartone animato di Enzo D’Alò), ma per me Amburgo ha sempre avuto un’aura magica. Così, ci sono andata per due settimane la prima volta nel 2010, e proprio lì ho comprato una copia in tedesco del libro di Sepúlveda. Ci sono tornata per due giorni la scorsa settimana insieme a mio figlio: dopo aver letto insieme il libro e guardato insieme il cartone animato, è arrivata una domanda inaspettata, che mi ha riempita di orgoglio: “Mamma, ma Amburgo non è lontana da qui: perché non andiamo a vedere dal vivo i posti di Zorba e Fortunata?”.

(altro…)

Recensioni d’autore – ELEANOR OLIPHANT STA BENISSIMO di Gail Honeyman

Laura Mercuri, psicoterapeuta e scrittrice, sogna di trasferirsi in un bel cottage in Inghilterra ma nel frattempo vive vicino a Roma col figlio e il marito. I suoi romanzi Ogni tuo silenzio (2016, De Agostini) e Il solo modo per coprirsi di foglie (2016, De Agostini) sono stati anche tradotti all’estero. Per Marginalia ha letto e recensito Eleanor Oliphant sta benissimo di Gail Honeyman.

(altro…)