24 volte al secondo ~ IL CASO WINSLOW

La rubrica di cinema di Odor di Gelsomino torna con un nuovo consiglio di Maria Antonietta Amico: Il caso Winslow, film del 1999 presentato a Cannes e ispirato alla pièce Il cadetto Winslow (1946) di Terence Rattigan.

di Maria Antonietta Amico

I Winslow sono una rispettabile famiglia inglese di fine Ottocento. Il figlio minore viene espulso, dopo una sommaria inchiesta, dal collegio dove si trovava perché accusato di un piccolo furto.

Il padre interroga il figlio, il quale ribadisce la sua innocenza. Il padre gli crede e farà tutto quello che è legalmente possibile per ricorrere contro la sentenza. Il cammino è impervio e coinvolge tutti i membri della famiglia, che si ergono compatti a difesa del ragazzo, assolutamente convinti della sua sincerità. Notevoli spese vengono affrontate, soprattutto quando la casa è affidata al celebre avvocato sir Robert Norton, che farà del caso un evento di fama nazionale.

Film importante, ben recitato e ben diretto da David Mamet. È un raro esempio di come di possa perseguire, con coerenza e secondo la legge, la rivendicazione dell’onore, anche se la vittima è un bambino.

Da vedere e, magari, da riflettere sui cambiamenti dei nostri tempi, così tanto più sporchi.

***

Titolo originale The Winslow Boy, durata 104 minuti, USA, 1999, regia di David Mamet, con Gemma Jones, Nigel Hawthorne, Rebecca Pidgeon, Jeremy Northam.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *