I MORTI TACCIONO di Arthur Schnitzler

Esce quest´oggi la mia traduzione del meraviglioso racconto di Arthur Schnitzler “I morti tacciono” per Edizioni Urban Apnea.
Lo trovate qui: e-book gratuito, cartaceo print on demand.

In una notte rubata a una vita senza scosse, Emma ricerca la poesia nell’abbraccio dell’amante, vivendo la sua avventura ignara delle conseguenze cui il destino la metterà di fronte. Con una prosa modulata alla perfezione sulle emozioni e i sentimenti dei protagonisti, Arthur Schnitzler, alter-ego letterario di Sigmund Freud e autore del racconto Doppio Sogno che ha ispirato Eyes Wide Shut di Stanley Kubrick, mette in scena un dramma umano fatto di egoismi, frustrazioni e banalità di una vita senza direzione.

Post-it #9

Essere artisti vuol dire maturare come l´albero, che non incalza i suoi succhi e sta sereno nelle tempeste di primavera senz´apprensione che l´estate possa non venire. Ché l´estate viene. Ma viene solo ai pazienti, che attendono e stanno come se l´eternità giacesse avanti a loro.

(Rainer Maria Rilke, Lettera a un giovane poeta – Lettere a una giovane signora – Su Dio, trad. Leone Traverso, Adelphi)

Il piacere di scrivere

valigia-di-libriVi ho già parlato, un po’ di tempo fa, del mio rapporto con la mia lingua madre e di quanto io sia felice di vivere in un Paese che mi permette, addirittura, di lavorarci grazie all’interesse che tanti tedeschi hanno nei confronti dell’italiano, grazie ai corsi di lingua e cultura italiana nelle scuole, grazie a progetti italiani attivi anche in Germania come Nati per leggere.

Un paio di settimane fa ho partecipato ad una giornata di formazione dal titolo Il piacere di scrivere con bambini e ragazzi, che si è rivelata sorprendente per la quantità (e la qualità) di spunti di scrittura creativa e di consigli di lettura per bambini e ragazzi − perché, ricordiamolo, le due attività vanno sempre di pari passo, sia per grandi che piccini.

Leggi tutto “Il piacere di scrivere”