Liebster Award

LiebsterAwardGioia e gaudio, ho ricevuto anche io il Liebster Award — e ben due volte, da Elena di Io e Pepe (e libri e altro) e da Simona di Letture Sconclusionate. L´idea mi pare molto carina perché permette in qualche modo di “fare rete”, condividendo con i propri lettori i blog che si seguono, e anche di farsi conoscere meglio poiché occorre rispondere ad alcune domande. Pronti?

Parto da ciò che dovrei fare alla fine, ovvero dirvi a chi giro il premio. Alcuni dei miei nominati lo sono già stati e altri non partecipano a iniziative simili, ma sono tra i blog che più apprezzo, quindi non posso non consigliarvi di andare a dare un´occhiata!

  1. Recensire il Mondo
  2. interno storie
  3. righevaghe
  4. Nuvole d´inchiostro
  5. Chez Gulia
  6. Non riesco a saziarmi di libri
  7. Un Antidoto Contro La Solitudine
  8. LibrAngolo Acuto
  9. La Lettrice Rampante
  10. La Biblioteca di Babele
  11. Mangiapagine

Ed ora procediamo con ordine.

LE DOMANDE DI ELENA

  1. Qual è il libro che stai leggendo? Ho finito ieri Benedizione di Kent Haruf e, come spesso accade con i libri molto belli, mi ci vorranno forse un paio di giorni per iniziare un nuovo libro.
  2. Quando hai pensato di aprire un blog e perché? Ho aperto il mio primo blog personale nel 2006, un altro paio sono seguiti negli anni successivi. L´ultimo prima di Odor di Gelsomino, dedicato ai miei lavori di scrapbooking, ha poi virato al lit-blog senza che quasi me ne accorgessi, ma il pubblico di riferimento era tutt´altro e mi piaceva l´idea di un “nuovo inizio”: così, nel gennaio del 2014, ho aperto questo mio spazio.
  3. Qual è il primo libro che ricordi di aver letto? Fantaghirò e altre storie. È il libro che ho portato con me il primo giorno di elementari: mentre gli altri bambini giocavano, io leggevo… piccoli outsider crescono.
  4. C´è un libro in particolare a cui leghi dei ricordi speciali? Un uomo di Oriana Fallaci. Perché l´ho letto quando ero incinta, perché è il primo libro che ho sentito il bisogno di sottolineare (e da lì non ho più smesso) e perché mia madre qualche anno fa mi ha regalato la sua edizione — la prima —, che conservo religiosamente sotto vetro per non farle prendere polvere.
  5. La tua citazione preferita? “Be the change you want to see in the world” di Gandhi.
  6. Qual è il criterio con cui ordini la libreria di casa? Nazionalità dell´autore.
  7. Come consideri l´esperienza del tuo blog? Straordinaria. In questi due anni e mezzo mi ha dato grandissime soddisfazioni e ha portato nella mia vita tante belle persone.
  8. Cosa ti piace fare, oltre a curare il tuo blog? Leggere, suonare il violoncello, dipingere, passare il tempo con le persone che amo, passeggiare, ballare, cucinare, spiaggiarmi sul divano con una tazza di caffè.
  9. Qual è il tuo “luogo dell´anima”, se ne hai uno? La mia panchina in riva al fiume (la Ruhr).
  10. Hai esperienze di social reading? Se sì, quali? Ho partecipato un paio di volte a iniziative del genere, come TwLetteratura e LeggoNobel. E — anche se non è social reading, si tratta comunque di lettura condivisa online — sono una dei primi iscritti del Club del Libro, che da oltre cinque anni propone un libro ogni mese da leggere e commentare insieme.
  11. Che tipo di musica ascolti? Metti il link a un brano musicale che ti piace in modo particolare. Ascolto un po´ di tutto, dai Queen a De Andrè a Mozart. E vi linko il Kol Nidrei op. 47 per violoncello e orchestra di Max Bruch, sublime.

LE DOMANDE DI SIMONA

  1. Cosa stai leggendo? Vedi sopra.
  2. Per te qual è la storia d’amore più bella di tutti i tempi e perché? (Puoi citare libri, film ma anche raccontarmi come si sono conosciuti i tuoi nonni…vale tutto :))
    Ne scelgo una tra le diverse che ho in mente, ricollegandomi ad una risposta precedente. Quella tra Oriana Fallaci e Alekos Panagulis. Non c´è bisogno di spiegare il perché: se avete letto Un uomo lo sapete benissimo, se non lo avete letto fatelo.
  3. Passatempo preferito? Leggere (come sono prevedibile).
  4. Consiglia due libri imperdibili, due libri che secondo te tutti dovrebbero leggere. I Buddenbrook di Thomas Mann e Olive Kitteridge di Elizabeth Strout.
  5. A cosa pensi prima di addormentarti? Per meglio dire, a chi.
  6. Qual è un sogno che vorresti realizzare? Fare una crociera nei fiordi, ad esempio.
  7. Mini-vacanza. Qual è un posto in Italia che consiglieresti per trascorrere un bel weekend? Le Cinque Terre.
  8. Qual è un post del tuo blog che ti piace particolarmente? Linkalo.
    Autoreferenziale, lo so, non è una recensione ma un mio racconto: qui.
  9. Perché alle persone piace il tuo blog? Ipotizzo: non faccio recensioni né video-recensioni troppo lunghe, sono una fan del plain language e sono molto onesta.
  10. Hai comprato qualcosa con i saldi? Un abito di lino a fantasia floreale, lungo fino ai piedi (per la cronaca, 9 euro).
  11. Se potessi migliorare la tua vita cosa sarebbe la prima cosa che cambieresti?
    Questo è per me un periodo tormentatamente felice. Cerco la mia direzione.
  12. E perché non lo fai? (Bonus, domanda solo per coraggiosi!)  Certo che lo faccio — e la troverò!

LE MIE DOMANDE

  1. Da dove nasce il nome del tuo blog?
  2. Quale libro avresti voluto scrivere?
  3. Definisciti in un aggettivo.
  4. Linka un post del tuo blog che ti piace particolarmente.
  5. Qual è il momento della giornata che preferisci per dedicarti alla lettura?
  6. Un punto di forza ed uno di debolezza del tuo blog.
  7. Che cos´è per te la felicità?
  8. Qual è il libro più bello che hai letto quest´anno?
  9. Quale talento ti piacerebbe possedere?
  10. Recensisci “a caldo” o “a freddo”?
  11. Scrivi ancora a mano?

Regolamento Liebster Award 2016:

– ringraziare il blog che ti ha nominato ed assegnato il premio, linkando il suo blog nel post;
– inserire il “widget” o “gadget” del premio nel post;
– rispondere alle domande che il blogger ti ha posto;
– formulare 11 domande per gli 11 candidati che hai menzionato;
– informare i blogger del premio assegnato;
– indicare le regole.

Eccoci alla fine di questo post chilometrico, grazie di essere arrivati fin qui.

Alla prossima!

2 pensieri riguardo “Liebster Award

  1. Ti capisco, ho premesso infatti che avrei segnalato blog che mi piacciono a prescindere da Libester post vari 😀
    Ma dai, non conoscevo quel libro di Rodari, me lo sono segnato!

  2. Se faccio un altro Liebster post sento che il mio blog, da solo, mi manderà a quel paese. L’ultimo al quale ho risposto è di giugno e che puoi leggerti (o rileggerti) per avere risposte a domande che non mi hai posto, lo trovi qui: http://bit.ly/2ae7iiM
    Però mi piacciono alcune tue domande e quindi rispondo qui:
    – Quale libro avresti voluto scrivere?
    “C’era due volte il Barone Lamberto ovvero I misteri dell’isola di San Giulio” di Gianni Rodari, un libro che mi ha fatta sognare quando ero bambina e che continua a far parte di me. Mi ero così affezionata alla signorina Delfina che meditavo di chiamarci mia figlia, un giorno. Ecco, adesso magari non sono più di quell’idea, però la signorina Delfina la porto comunque nel cuore. Mi piacerebbe pensarmi in grado di scrivere una piccola perla come questa, ma temo di non essere in grado xD

    – Quale talento ti piacerebbe possedere?
    Seeeeenti, ma essere una maga ed essere chiamata a Hogwarts vale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *