STALIN + BIANCA di Iacopo Barison

Conoscevo la Tunué solamente di nome, essendo totalmente ignorante (e disinteressata, perché negarlo) al mondo del fumetto e dei graphic novel; mi ha favorevolmente stupita scoprire che, un paio di mesi fa, la casa editrice ha lanciato una nuova collana di narrativa, curata da Vanni Santoni. Iacopo Barison, con il suo Stalin + Bianca, l’ha inaugurata: e direi che, come inizio, proprio non c’è male.

Leggi tutto “STALIN + BIANCA di Iacopo Barison”

Di libri che parlano di altri libri, di librai e di scrittori

Leggere libri che parlano di altri libri, di librai, di scrittori dà un brivido in più, un’emozione tutta speciale. Ma attenzione, non mi riferisco all’ultimo thriller il cui protagonista è uno scrittore, né al giallo la cui ambientazione è una libreria: intendo libri stimolanti che aprono la mente e suggeriscono altre letture; libri che raccontano del libraio all’angolo e ti danno l’esempio concreto di come occorra sempre reinventarsi, specie quando si lavora con la cultura; libri che ti spiegano come in passato gli scrittori abbiano visto e considerato il proprio mestiere e come gli scrittori dovrebbero muoversi nel mondo di oggi, che è una vera e propria “giungla”.

Leggi tutto “Di libri che parlano di altri libri, di librai e di scrittori”

LA MIA LONDRA di Simonetta Agnello Hornby

La collana italiana di Giunti mi ha dato un paio di belle soddisfazioni, romanzi come da un po’ non ne leggevo  — Come fossi solo di M. Magini (qui e qui) e Il tempo bambino di S. Baldelli (qui). Pensavo di andare abbastanza sul sicuro con La mia Londra di Simonetta Agnello Hornby e, come sempre quando si è troppo sicuri di qualcosa, poi quel qualcosa inevitabilmente non ci sembra all’altezza.

Leggi tutto “LA MIA LONDRA di Simonetta Agnello Hornby”