A novembre sul comodino

sul-comodinoNon è stato, finora, un appuntamento fisso, quello di farvi sbirciare sul mio comodino.

Ma probabilmente lo diventerà, perché mi piace l’idea di raccontare i nuovi acquisti ed anche, più in generale, i libri di prossima lettura (le due cose non coincidono: ci sono libri che aspettano in libreria da mesi, anni, pazientemente, di essere letti).

Il mese di novembre si prospetta molto, molto interessante… ed è tutto made in Italy.

(altro…)

ERZÄHL ES NIEMANDEM! di Randi Crott

buch-erzaehl-es-niemandem-crott-randi-crott-10270506Ogni tanto capita che io legga libri in tedesco ed ogni volta benedico i traduttori, che rendono a noi lettori così facile in compito di calarci in una storia. Erzähl es niemandem! è un libro splendido, purtroppo non tradotto in Italia. Perché, allora, ve ne parlo? Numero uno, perché se un libro merita, merita; numero due, perché basta sapere un po’ di tedesco (diciamo, un livello B2) per leggerlo; numero tre, perché, chissà, magari prima o poi verrà tradotto in italiano (sperare non costa nulla).

(altro…)

Top & Flop #5

banner_top_e_flopAnche questa settimana è arrivato il momento della verità, in questa rubrichetta che si propone di raccogliere il meglio ed il peggio delle news letterarie… ma, ricordate, solo uno è il Top e solo uno è il Flop, dunque tocca scegliere, e non sempre è facile (ovviamente parlo dei Flop, ché i Top spesso bisogna cercarli col lanternino − il mondo del libro è meraviglioso, sì).

Quest’oggi, quindi − bando alle ciance − si parla della campagna Un libro è un libro e del libro (unico caso in cui un libro NON è un libro) di Elisabetta Gregoraci .

(altro…)

Top & Flop #4

banner_top_e_flopAnche oggi è lunedì, dunque è ora del nostro Top & Flop!

Questa settimana parliamo di Hemingwrite, affascinante macchina da scrivere retro tech, e di My Social Book, che trasforma il tuo diario di Facebook in un libro (siccome di libri brutti, nel mondo, ce n’erano pochi).

(altro…)